Crea sito

Caparezza è tornato. “Exuvia” accende una torcia nel buio

di:

musica

Svelato nella notte,con un video suggestivo e a suo modo epico, il brano che segna l’atteso ritorno di Caparezza: “Exuvia”.

La canzone, una vera bomba scaturita dalle officine mentali di questi tempi vissuti sull’orlo della deflagrazione, anticipa temi e percorsi del nuovo album dell’artista di Molfetta, un disco che prenderà il nome proprio da questo primo assaggio e sarà pubblicato il 5 maggio.

Parlando dell’origine del titolo Caparezza ha spiegato:
«L’Exuvia, in sintesi, è ciò che rimane del corpo di alcuni insetti dopo aver sviluppato un cambiamento formale. Un calco perfetto, talmente preciso nei dettagli da sembrare una scultura, una specie di custodia trasparente che un tempo ospitava la vita e che ora se ne sta lì, immobile, simulacro di una fase ormai superata. Sulla copertina c’è un simbolo che rappresenta il passaggio da una condizione attuale (cerchio grande) ad una futura (cerchio piccolo) attraverso una serie di spirali (simbolo di morte e rinascita in gran parte delle culture)»

«Ho speso davvero tutte le mie energie per poter uscire dalla mia Exuvia ma di questo parlerò a tempo debito. Adesso preferisco farvi ascoltare la title track, già disponibile in versione audio nei principali servizi di streaming e in versione video sul mio canale YouTube. L’album è in pre-ordine. Io sono in fermento. Il viaggio è iniziato» ha concluso Capa.

 

 

I Commenti sono chiusi.