Kruder & Dorfmeister – scenari sonori per dancefloor post apocalittici

di:

musica

di Fabio Borghetti

Peter Kruder e Richard Dorfmeister, sono due dj austriaci che hanno dato vita nei primi anni ’90 ad un sodalizio artistico capace di consacrarli come precursori di un mondo sonoro, una cifra stilistica caratterizzata da una serie di sensazioni musicali che all’epoca dettavano l’agenda di uno scenario ritmico percorso da fondamentali mutamenti e innumerevoli declinazioni

Downtempo , trip hop, drum and bass, perfino connotazioni lounge, si fondono, si inseguono, si contaminano , nelle loro produzioni, nella loro raffinata ricerca, nel loro inconfondibile stile. Un modo di sentire e trasmettere che trova la sua naturale espressione nelle molte sessioni mixate, nel loro flusso comunicativo, un percorso che si sviluppa invadendo corpo e mente, tra l’onirico e il concreto, tra sogno e proiezione su un domani possibile

Una visione quanto mai attualissima oltre due decenni dopo, tanto che una delle loro imprese discografiche  più note e celebrate -DJ-Kicks (Studio !K7)-, datata ’96, riascoltata oggi, a fare da sfondo a questo clima di precarietà, di sospensione, di spaesamento dettato da un nemico invisibile e terribile come un virus pandemico, assume nuove e più profonde sfumature. Una proiezione immaginaria che coinvolge cangianti e molteplici scenari interiori e frammenti di panorami irraggiungibili, sigillati e  incorniciati da una finestra e dalla paura, elettronica aliena, pulsioni umanissime, grigio post industriale intarsiato da brevissime pennellate di colore multi etnico.

Kruder & Dorfmeister, in DJ-Kicks, fotografarono uno stato d’animo che è anche un viaggio, un navigatore sonoro che invita a non servirsi del percorso più veloce, ad evitare le strade più battute, per perdersi, con consapevolezza, nell’intricato disegno dei sentieri secondari, quelli più veri, quelli capaci di svelare tesori sconosciuti e illuminare particolari che avevamo dimenticato, ingoiati dal contagio di un’esistenza frenetica. Particolari che necessitiamo di riscoprire, di vagheggiare, fosse anche nel chiuso di una capsula che fluttua nello spazio, danzando ovattati, tra lucidità, stordimento e speranza.

ASCOLTA qui Kruder & Dorfmeister DJ KICKS

https://www.youtube.com/watch?v=NZsLs2JHwHk

I Commenti sono chiusi.