La saga di Fantômas, divertente trilogia degli anni ’60, ritorna su Prime

di:

cinema

Tra le piacevoli riscoperte in questi giorni di visioni multiple, maratone seriali e immersioni nelle filmografie più disparate, ci imbattiamo, su Prime Video, nella saga di Fantômas realizzata tra il ’64 e il ’67 dal regista  Andrè Hunebelle con protagonisti Louis de Funès, Jean Marais e Mylene Demongeot

 

Si tratta di una trilogia ispirata al celebre personaggio letterario  protagonista di una serie di 32 romanzi scritta dai francesi Marcel Allain e Pierre Souvreste a partire dal 1911 , poi proseguita con una successiva serie di 11 romanzi ad opera del solo Marcel Allain, a seguito della scomparsa del coautore.

La figura di Fantômas va accostata a quella del celebre Arsene Lupin, il personaggio del ladro gentiluomo ideato da Leblanc   nel 1905, e a sua volta viene riconosciuto come fonte di ispirazione per i villains della saga di James Bond, per la serie a fumetti italiana Diabolik, per la nemesi di Alan Ford, Gommaflex, e in genere per molti dei cattivi del noir a venire. Perfino il pittore Renè Magritte pare si sia ispirato a lui per alcuni dipinti, e il leader dei Faith No More, Mike Patton, ha chiamato così uno dei suoi progetti musicali più sperimentali.

Spietato Criminale, dotato di intelligenza diabolica, abilissimo nei travestimenti e affetto da conclamata megalomania, Fantômas, architetta le sue imprese delittuose in maniera complessa, secondo una progettazione che nasconde  improbabili fini ambiziosi. Riesce sempre a fuggire in modo – per fare un’altra citazione letteraria- rocambolesco, irridendo l’ispettore Juve – in questa serie di film impersonato dall’irresistibile Louis de Funès- e il suo all’alleato, il giornalista Jerôme Fandor.

Fantômas è stato più volte raccontato, oltre che dai romanzi che lo hanno creato, anche da numerosi adattamenti televisivi, cinematografici e a fumetti, diventando  noto anche in Italia, soprattutto per la trilogia con de Funès, quella che per la gioia dei fan torna ora disponibile su Prime Video

Lo stile, tra il feuilleton, il poliziesco e il parodistico, vive molto sulle esilaranti gag  dell’impacciato ispettore Juve, e riserva non poco fascino alle intriganti e misteriose trame criminali del protagonista, in grado di riuscire a terrorizzarci quando eravamo bambini.

La trilogia, da non perdere per quanti amano il genere, si apre con Fantomas 70, prosegue con Fantomas minaccia il mondo e si conclude con Fantomas contro Scotland Yard

 

 

 

 

 

 

I Commenti sono chiusi.